15.8 C
San Gavino Monreale
venerdì, 30 Ottobre 2020

Riprendiamoci la Stazione!

Emergenza sanitaria

San Gavino Monreale, da lunedì ripartono i prelievi in via Nurazzeddu

Si comunica che a partire da lunedì 2 novembre 2020 saranno riattivati i prelievi ematici per l'esecuzione di esami di laboratorio a...

Coronavirus, 29 ottobre: i dati dei contagi (+282) e dei guariti (+36) nelle ultime 24 ore

Aumentano ancora i positivi al Covid-19 in Sardegna. Non conosce tregua l'ondata del Coronavirus nella nostra Isola. I dati dell'unità di crisi...

Nuoro, un ospedale da campo per i pazienti Covid. E le alternative?

A Nuoro un ospedale da campo per i pazienti Covid! In queste ore si sta concludendo la costruzione di...

Coronavirus, 28 ottobre: nuovo record di contagi in Sardegna, +362 nelle ultime 24 ore

Continua a salire il numero dei positivi al Covid-19 nella nostra Isola. Nelle ultime 24 ore si sono registrati infatti 362 nuovi...

Coronavirus, 27 ottobre: salgono i contagi in Sardegna, +174 nelle ultime 24 ore

Sono 174 i nuovi positivi in Sardegna nelle ultime 24 ore. Il bollettino della Protezione Civile di oggi 27 ottobre 2020 continua...

L’area della vecchia stazione ferroviaria di San Gavino Monreale è il “caso mediatico” del mese di Aprile, culminato con l’arrivo della troupe televisiva di “Striscia la Notizia”, che ha messo in evidenza quello che da anni è oggetto di indagine e discussione su questo giornale e sulle pagine del sito San Gavino Monreale . Net.

Riprendiamoci la Stazione!
Riprendiamoci la Stazione!

Dal 2008 in poi sono state infatti numerose le testimonianze, supportate da foto e riprese video, che denunciavano il degrado nell’ex stazione dei treni. Dopo lo spostamento della nuova stazione in periferia, il risultato è stato l’abbandono (e la conseguente svalutazione, economica e sociale) dell’area di piazza Battisti e delle strade limitrofe. Per questo motivo è nato un comitato spontaneo di cittadini, con lo scopo di far nascere idee e progetti per la rivalutazione dell’area, ma anche per sollecitare le istituzioni a darsi da fare, mediante i canali più efficaci e opportuni.

Parallelamente, è stata lanciata una petizione online (che conta ormai centinaia di firmatari) per la restituzione dell’area ai cittadini sangavinesi.

Ancora una volta la rivoluzione sociale e culturale “parte dal basso”, per contrastare l’immobilismo delle istituzioni e della burocrazia, che spesso rendono “impossibili” anche le operazioni più semplici. Serve l’energia e l’ottimismo dei cittadini per scuotere le coscienze di chi amministra la cosa pubblica: sì, perché l’area della vecchia stazione appartiene a tutti noi. Ogni sangavinese ha passato momenti importanti della propria esistenza aspettando un treno sotto le pensiline ormai arrugginite: il ritorno di un figlio lontano per lavoro, l’arrivo della persona amata, il treno verso un esame importante o un colloquio di lavoro. Da lì sono passati tanti “treni” importanti per la vita di migliaia di persone.

Riprendiamoci la Stazione!
Riprendiamoci la Stazione!

Il legame affettivo per quello che era il cuore del paese è la forza motrice che anima i promotori del comitato (st)Azione: da Facebook, piazza virtuale, si è passati all’azione nelle piazze cittadine, con il passaparola e le prime riunioni. La soluzione non sarà semplice, né immediata, ma come diceva Laozi, un vecchio filosofo cinese “Anche un viaggio di mille miglia inizia con un passo“. Seguiremo con attenzione e interesse questi primi passi del gruppo (st)Azione, supportando le loro iniziative attraverso i nostri canali: come sempre, crediamo che il compito di chi prova a fare informazione non sia solo quello di raccontare le cronache del territorio, ma anche quello di dare spazio e voce a tutte quelle iniziative che hanno il nobile scopo di migliorare la vita di tutti noi.

E ci piace rinnovare la nostra “missione”, quella di fare da megafono per tutti quei cittadini volenterosi che negli ultimi anni stanno regalando a San Gavino Monreale giorni, se non settimane, della propria vita: partendo dalla pulizia e riqualificazione delle piazze sino alle meravigliose installazioni artistiche e murales sparsi per un paese che ha tantissima voglia di risorgere. E allora sposiamo questa battaglia, per riappropriarci di ciò che è nostro, gridando all’unisono, tutti insieme: riprendiamoci la Stazione!

Simone Usai

Articoli correlati

Ultime News

Olio extravergine, i cambiamenti climatici dimezzano le produzioni sarde

Per la stagione in corso si stima un – 45% ma l’olio sarà di altissima qualità. Sarà ancora il...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 29.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 28 attualmente positivi (numero invariato da ieri) di cui 27 in isolamento domiciliare e 1 ricoverato...

San Gavino Monreale, da lunedì ripartono i prelievi in via Nurazzeddu

Si comunica che a partire da lunedì 2 novembre 2020 saranno riattivati i prelievi ematici per l'esecuzione di esami di laboratorio a...

Coronavirus, 29 ottobre: i dati dei contagi (+282) e dei guariti (+36) nelle ultime 24 ore

Aumentano ancora i positivi al Covid-19 in Sardegna. Non conosce tregua l'ondata del Coronavirus nella nostra Isola. I dati dell'unità di crisi...