17.7 C
San Gavino Monreale
domenica, 27 Settembre 2020

“Chiama Angeli”, splendida idea regalo per le donne in dolce attesa

Da leggere

26 settembre 2020, altre 24 ore di allerta meteo gialla

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile ha emesso a partire dalle ore 00:00 del 26 settembre 2020 e sino alle 23:59...

Gonnosfanadiga si prepara alle comunali, tre liste per eleggere il successore di Fausto Orrù

Elezioni comunali, saranno tre le liste che si daranno battaglia a Gonnosfanadiga. Si scaldano i motori per la...

Danni a una Toyota Yaris, la pioggia cancella il biglietto sul cruscotto

Una nostra lettrice ha richiesto il nostro (anzi, il vostro) aiuto per cercare di risolvere una situazione che, oltre al danno, ha...

Convocazione del Consiglio Comunale di San Gavino Monreale – 30 settembre 2020

La cittadinanza di San Gavino Monreale è invitata a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria, seduta pubblica, con...

Il ciondolo “Chiama Angeli” è un dolcissimo regalo per le donne in attesa, un pegno d’amicizia o d’amore. La mamma ricorderà per sempre il suo ciondolo, le emozioni della gravidanza e i momenti più belli della dolce attesa.

"Chiama Angeli" - AMEN - Tomasi Gioielli Orologi
“Chiama Angeli” – AMEN – Tomasi Gioielli Orologi

“Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prima ancora che i corpi si vedano”.

Già nei tempi antichi era tradizione utilizzare questo particolare gioiello per proteggere il piccolo. Il suono magico e dolce del ciondolo aiuta a vivere la gravidanza in modo sereno.

Al suo interno si trova un piccolo xilophono sul quale una piccola palla danza quando la futura mamma si muove, creando così uno speciale gioco di suoni che già alla ventesima settimana il bimbo nell’utero percepisce.

"Chiama Angeli" - AMEN - Tomasi Gioielli Orologi
“Chiama Angeli” – AMEN – Tomasi Gioielli Orologi

Portando il ciondolo degli angeli sul ventre, proprio sopra l’ombelico, la mamma in dolce attesa rende familiare questo suono al bimbo che lo percepisce attraverso il liquido amniotico come calmante, prima e dopo la nascita. per questo si consiglio, dopo la nascita di appenderlo sulla carrozzina o sulla culla del bimbo.

Il nome (“Chiama Angeli” appunto), è dovuta alla tradizione popolare, per cui il suono del ciondolo, particolarmente dolce, ricorda all’angelo custode di vegliare sulla mamma e il suo bimbo.
Per questo sono da sempre considerate un porta fortuna e, in quanto tale, sono un regalo molto originale anche per chi non è in gravidanza.

"Chiama Angeli" - AMEN - Tomasi Gioielli Orologi
“Chiama Angeli” – AMEN – Tomasi Gioielli Orologi

C’è poi un motivo “scientifico” per cui consigliamo di portare sempre sul pancione il ciondolo: seguendo i movimenti della mamma, la pallina chiama angeli suonerà quando la mamma è attiva, mentre non si sentirà quando la mamma dorme, in questo modo già prima della nascita, abituerà il bimbo in modo dolce e naturale al ritmo veglia notte.

A San Gavino Monreale, potete trovare i “Chiama Angeli” da Tomasi Gioielli Orologi. Nelle foto, potete ammirare alcuni modelli della serie AMEN.

Altri articoli

Ultime News

26 settembre 2020, altre 24 ore di allerta meteo gialla

Il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile ha emesso a partire dalle ore 00:00 del 26 settembre 2020 e sino alle 23:59...

Gonnosfanadiga si prepara alle comunali, tre liste per eleggere il successore di Fausto Orrù

Elezioni comunali, saranno tre le liste che si daranno battaglia a Gonnosfanadiga. Si scaldano i motori per la...

Danni a una Toyota Yaris, la pioggia cancella il biglietto sul cruscotto

Una nostra lettrice ha richiesto il nostro (anzi, il vostro) aiuto per cercare di risolvere una situazione che, oltre al danno, ha...

Convocazione del Consiglio Comunale di San Gavino Monreale – 30 settembre 2020

La cittadinanza di San Gavino Monreale è invitata a partecipare alla riunione di Consiglio Comunale, convocato in sessione straordinaria, seduta pubblica, con...

Mobilità elettrica in Sardegna. Cosa fa San Gavino?

Nel 2017 la Regione Sardegna pubblicava un bando per l’installazione di 650 colonnine di ricarica (300 lente, altre 300 di media velocità...