#
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Carnevale, un grande segnale di ripresa

Pubblichiamo le “impressioni di fine Carnevale” di un nostro lettore, che parla della 34° edizione del Carnevale Sangavinese facendo un piccolo resoconto finale, toccando criticità e successi ottenuti dall’organizzazione.

Carnevale, un grande segnale di ripresa

Possiamo dire ad alta voce che il Carnevale Sangavinese ha emesso un gran segnale di ripresa.

Se l’obiettivo degli organizzatori era quello di rimettere in moto il tradizionale carnevale sangavinese, sicuramente può definirsi raggiunto in pieno, poiché la strada è davvero quella giusta.

Prima con i fantastici laboratori di carta pesta nelle scuole poi Giovedì Grasso riuscito alla grande con la giornata riservata ai bambini, domenica 11 tantissime auto hanno invaso il paese sostando in qualsiasi strada (anche abbastanza lontana dalla Via Roma) e tantissime persone provenienti da diverse parti della Sardegna hanno fatto da cornice ai numerosi con una marea di maschere al seguito.

Martedì Grasso, è tornato il nostro carnevale con una piccola ma divertentissima sfilata. Insomma nonostante le solite problematiche (bottiglie varie, maleducazione e qualche giovane ubriaco), l’assenza dei famosi parafrittus e alcuni aspetti da migliorare, è stato certamente un gran bel Carnevale.

Sarà piccola, ma oltre all’immagine del paese si è respirata anche una boccata d’ossigeno per l’economia locale interessata.

Complimenti a tutti coloro che in qualsiasi modo hanno contribuito alla buona riuscita, dallo staff organizzativo alle forze dell’ordine, al personale di soccorso e di viglilanza.

Doveroso un plauso per la sempre apprezzabile presenza della maschera ormai tradizionale nel carro Fibra Ottica, la Signora Anastasia Meloni che con la sua simpatia mette sempre in evidenza lo spirito giusto per affrontare al meglio l’allegria carnevalesca, mostrando che il carnevale sangavinese è divertente ed è davvero per tutte le età.
 
Luca Vaccargiu

Lascia un commento