Carnevale Storico Sangavinese 2019
Monumenti Aperti Tutto l'Anno | San Gavino Monreale Mappa dei Murales Sangavinesi

Resta in contatto con San Gavino Monreale . Net!

RSS FeedYoutube

Il Consiglio metropolitano di Cagliari ha trasferito ufficialmente € 14.580.702,98 (dovuti) alla provincia del Sud Sardegna

La mattina del 17 ottobre 2018, presso la sede della provincia del Sud Sardegna, in via Mazzini 39, a Carbonia, il sindaco della Città metropolitana di Cagliari, Massimo Zedda, e l’amministratore straordinario della provincia del Sud Sardegna, Mario Mossa, hanno illustrato, nel corso di una conferenza stampa aperta ai sindaci dei Comuni della provincia del Sud Sardegna (pochi i presenti, i primi cittadini di Carbonia, Iglesias, Domusnovas, Carloforte, San Gavino Monreale, Santadi, Musei), il contenuto della variazione al bilancio di previsione finanziario 2018-2020, approvata il 15 ottobre scorso dal Consiglio metropolitano di Cagliari, con cui sono stati trasferiti alla provincia del Sud Sardegna, a titolo di contributo agli investimenti, € 14.580.702,98, dell’avanzo di amministrazione vincolato.

Il Consiglio metropolitano di Cagliari ha trasferito ufficialmente € 14.580.702,98 (dovuti) alla provincia del Sud Sardegna

Il Consiglio metropolitano di Cagliari ha trasferito ufficialmente € 14.580.702,98 (dovuti) alla provincia del Sud Sardegna

Si tratta di fondi spettanti alla provincia del Sud Sardegna fin dalla scomposizione delle vecchie province di Cagliari e di Carbonia Iglesias, per il passaggio di numerosi Comuni dalla provincia di Cagliari alla neonata provincia del Sud Sardegna, fino ad ora bloccati a causa della difficoltosa interpretazione della controversa normativa vigente in materia.

Pubblichiamo l’intervista al sindaco della Città metropolitana di Cagliari, Massimo Zedda, e l’intervento dell’amministratore straordinario della provincia del Sud Sardegna, Mario Mossa, in cui spiega come verranno impiegate le risorse trasferite dalla Citò metropolitana di Cagliari alla provincia del Sud Sardegna.

Fonte: La Provincia del Sulcis Iglesiente

Condividi la pagina

Lascia un commento