18.3 C
San Gavino Monreale
giovedì, 30 Giugno 2022

Carlo Pahler, unico giovane politico sardo nella YEP (Young Elected Politicians) vola al Parlamento a Bruxelles

Emergenza sanitaria

Sono 160 i giovani politici eletti selezionati in tutta Europa a far parte del programma YEP (Young Elected Politicians), ovvero la rete dei giovani politici locali o regionali. Una selezione, tra oltre 600 candidature pervenute al Comitato Europeo delle Regioni che ha sede a Bruxelles, tra giovani politici tra i 18 e i 40 anni che ha visto anche la Sardegna assegnare un proprio rappresentante; tra i selezionati troviamo Carlo Pahler, classe ’83, attualmente al suo secondo mandato come consigliere comunale a Serramanna, nel Medio Campidano.

Il suo impegno all’interno della YEP sarà quello di avvicinarsi alle politiche europee e promuoverle nel suo territorio attraverso un costante contatto con Bruxelles coinvolgendo un numero maggiore di territori ed enti locali.

“Sono veramente felice di iniziare questo percorso ed esperienza all’interno della YEP – dichiara Carlo Pahlercredo possa essere un’ottima occasione di crescita e di ricaduta sul nostro territorio. Per molti cittadini ed enti locali l’Europa è ancora distante, credo sia importante sfruttare al meglio le occasioni per il nostro territorio e fare rete”.

Un giovane sardo nella lista dei 160 selezionati in tutta Europa che prenderà parte alle attività politiche in programma nell’anno europeo dei giovani. In tasca una doppia cittadinanza (italiana e tedesca), la conoscenza di cinque lingue, la passione per la politica, la musica e la tecnologia.

Il network YEP è nato nel 2019 con lo scopo di creare uno scambio di buone pratiche a livello europeo tra i vari politici, promuovere le opportunità offerte dall’Unione Europea a livello locale e regionale, nonché rappresentare le regioni e i comuni all’interno del processo legislativo europeo.

Tante le tematiche affrontante dalla comunità dei YEP attraverso una serie di attività organizzate dal CoR (Comitato europeo delle regioni), tra queste: eventi e seminari, nonché attività di comunicazione che metteranno in contatto tra loro i politici.

L’agenda è fitta di eventi in continua evoluzione. Il primo appuntamento sarà a Bruxelles in occasione della “Conferenza dei giovani leader europei” in programma il 21 e 22 giugno a cui parteciperanno un numero ristretto di trenta giovani politici della YEP, tra cui anche Carlo Pahler. Con loro anche gli europarlamentari Stelios Kympouropoulos (EPP), Kira Marie Peter-Hansen (Greens/EFA), Marie-Pierre Vedrenne (Renew Europe) e Alessandra Moretti (S&D). L’iniziativa, ispirata alla Conferenza sul Futuro dell’Europa, si concentrerà sul tema della “partecipazione dei cittadini”, in particolare per quanto riguarda l’impegno dei giovani e come questo può favorire un senso di democratizzazione, ispirazione e speranza per il futuro delle nostre società.

- Pubblicità -
- Pubblicità -

Articoli correlati

- Pubblicità -

Ultime News