23.6 C
San Gavino Monreale
giovedì, 22 Ottobre 2020

Piazza Mameli, degrado e inciviltà

Da leggere

Coronavirus, chiesto un Consiglio Comunale urgente per fronteggiare l’emergenza

Una richiesta dei consiglieri di Minoranza e Gruppo Misto per la convocazione di un consiglio comunale per discutere e fronteggiare l'emergenza coronavirus...

Dati Covid-19 nel Medio Campidano, il campanello d’allarme dei sindaci

Lunedì 19 ottobre 2020 si é tenuta a Lunamatrona la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria avente come punto all’ordine del giorno “COVID -19, situazione epidemiologica nel Medio Campidano, criticità e...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 21.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 20 attualmente positivi (+2 da ieri) di cui 20 in isolamento domiciliare e nessuno...

Covid-19, le richieste dei sindaci del Medio Campidano alla Regione

Lunedì 19 ottobre 2020 si é tenuta a Lunamatrona la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria dell'area socio sanitaria locale di Sanluri avente come...

Questa la situazione di Piazza Mameli dopo l’ennesima notte di bagordi da parte dei soliti “ignoti” (anche se è difficile, in un paese di 8.000 abitanti, che nessuno abbia idea di chi organizzi una “serata” di queste dimensioni).

Piazza Mameli
Piazza Mameli – Foto di Giorgio Serpi (Facebook)

I residenti lamentano da anni l’incuria e l’abbandono della zona, che meriterebbe ben altra attenzione da parte delle istituzioni. Non si contano più le segnalazioni alle forze dell’ordine per gli schiamazzi notturni e le denunce del giorno dopo per i cumuli d’immondizia abbandonati nella piazza.

Al netto dell’assenza di contenitori per i rifiuti (per tali quantità di bottiglie e cartacce, comunque, servirebbero i vecchi cassonetti che – non ne dubitiamo – verrebbero sfruttati abusivamente da chi pigramente non ha voglia di fare la differenziata in casa), la costante è la scarsa educazione di gruppi di ragazzi più giovani, spesso giustificata da genitori che al grido di “lasciamoli divertire” e “sono solo ragazzate” giustificano tutte le bravate dei figli.

Se non ci fosse uno scarso rispetto della “cosa pubblica” mai e poi mai vedremmo cumuli di sporcizia e rifiuti abbandonati nelle piazze, oppure sul ciglio delle strade che portano verso il mare. E no, l’assenza di cassonetti non è una scusa valida. E non lo sarà mai.

Piazza Mameli
Piazza Mameli – Foto di un lettore via Whatsapp

Occorre uno sforzo civico collettivo per cambiare questa “corrente” di pensiero: il rischio è che si rovini, con l’idiozia di pochi, il lavoro dei tanti che si stanno adoperando, da anni, per riqualificare il nostro paese.

Altri articoli

Ultime News

Coronavirus, chiesto un Consiglio Comunale urgente per fronteggiare l’emergenza

Una richiesta dei consiglieri di Minoranza e Gruppo Misto per la convocazione di un consiglio comunale per discutere e fronteggiare l'emergenza coronavirus...

Dati Covid-19 nel Medio Campidano, il campanello d’allarme dei sindaci

Lunedì 19 ottobre 2020 si é tenuta a Lunamatrona la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria avente come punto all’ordine del giorno “COVID -19, situazione epidemiologica nel Medio Campidano, criticità e...

Bollettino di aggiornamento Covid-19: San Gavino Monreale 21.10.2020

Si comunicano i dati aggiornati alla data odierna:• 20 attualmente positivi (+2 da ieri) di cui 20 in isolamento domiciliare e nessuno...

Covid-19, le richieste dei sindaci del Medio Campidano alla Regione

Lunedì 19 ottobre 2020 si é tenuta a Lunamatrona la Conferenza Territoriale Socio Sanitaria dell'area socio sanitaria locale di Sanluri avente come...

Il Presidente Solinas: “se dati contagio ancora negativi la Regione adotterà nelle prossime ore provvedimenti drastici”

"La progressione della curva dei contagi sta registrando una accelerazione che impone ulteriori e tempestive azioni per evitare di compromettere la tenuta...