25.9 C
San Gavino Monreale
venerdì, 14 Agosto 2020

Due giorni tra i monumenti aperti sangavinesi

Da leggere

Coldiretti, in Sardegna chiesto lo stato di calamità per gli incendi

Oltre l’11% del patrimonio forestale italiano risiede in Sardegna, una delle regioni più virtuose con Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e...

Candu esti cristioni de trassa

I nostri lettori ormai conoscono Baìngiu, arzillo "vecchietto" (così ci piace immaginarlo) che da tempo ci accompagna con i suoi "Contus e...

Ospedale, grave carenza di sangue di tutti i gruppi

La carenza estiva di sangue torna ad affliggere l'intera Regione: anche l'Ospedale di San Gavino Monreale deve fronteggiare momenti di difficoltà.

Nuovo Ospedale di San Gavino Monreale, Giorgio Carboni illustra i prossimi step

Il 7 agosto, come vi abbiamo annunciato, la INSO S.P.A. ha presentato il progetto esecutivo del nuovo Ospedale di San Gavino Monreale....

Monumenti Aperti 2014: consulta il programma completo.


Quest’anno a San Gavino Monreale la macchina organizzativa della manifestazione culturale “Monumenti aperti” si è messa in moto con largo anticipo per riuscire a dar vita ad una terza edizione con un calendario d’eventi particolarmente ricco e variegato, strutturato intorno ai siti d’interesse culturale che costituiscono i veri protagonisti della rassegna e tra i quali si segnalano importanti novità.

Annotiamoci i giorni 3 e 4 maggio, perché ci attende un appuntamento oramai ricorrente con la storia, con la tradizione e con la bellezza: a noi tutti verrà concessa gratuitamente l’opportunità di coltivare il proprio senso di appartenenza alla comunità, d’ intraprendere un viaggio nella memoria, immergendoci nel patrimonio locale e riscoprendo i nostri beni ambientali, culturali ed artistici.

I concomitanti festeggiamenti in onore di San Gavino Martire rappresenteranno una cornice perfetta per contribuire a creare un clima di gioiosa partecipazione nel quale dedicarsi ad animare i diversi monumenti e centri della vita culturale sangavinese, eccezionalmente aperti al pubblico, tutti insieme, per la speciale occasione.

Studenti, volontari e associazioni culturali ci coinvolgeranno e guideranno durante le visite delle note chiese di Santa Croce, Santa Chiara, San Gavino Martire e del convento di Santa Lucia, ma inoltre, per la prima volta, dischiuderanno per noi i portoni del Palazzo Orrù e dell’Antica Tipografia Spano.

Palazzo Orrù
Palazzo Orrù

Per esempio, come non lasciarsi intrigare dal suddetto palazzetto nobiliare di fine ‘700, che nella sua plurisecolare struttura di pregio ha ospitato personaggi le cui gesta sono rimaste scritte nelle pagine di storia e i cui aneddoti gettano luce sul costume del passato?

Ma dal lontano passato nobiliare è possibile spaziare fino a includere i tempi più recenti o le aree tematiche più disparate. Così, oltre alla cultura tradizionale campidanese incarnata dalla Casa Museo “Dona Màxima”, eccoci proiettati nella realtà industriale novecentesca del paese, illustrata dal museo “Due Fonderie” e dagli stabilimenti della fonderia vera e propria, gestiti e resi visitabili dalla Portovesme SRL; eccoci calati nella dimensione sportiva e calcistica con la collezione ed esposizione “Nuccio Delunas”, che vanta cimeli legati a squadre locali e regionali raccolti nel corso di diverse generazioni di atleti; eccoci, ancora, intenti a dissotterrare testimonianze provenienti dalla memoria dei registri dell’Archivio Storico Comunale, oppure ad apprendere i dettagli sulle tecniche di lavorazione adoperate all’interno dell’Antica Tipografia Spano di cui sopra.

E neppure si deve pensare che “Monumenti aperti” a San Gavino Monreale si svolga esclusivamente all’insegna della didattica o della cultura istituzionale! Ampio spazio verrà dato a concerti di differenti generi musicali, non mancheranno mostre fotografiche, esposizioni artistiche, stand di artigiani e hobbisti, così come si potrà contare su percorsi guidati in lingua sarda e iniziative di tipo enogastronomico.

Tutto ciò è “Monumenti aperti 2014 – San Gavino Monreale”: un grande evento comunitario volto a coniugare amenità e valorizzazione del territorio, allegria e riappropriazione dei luoghi della collettività, festa e consapevolezza delle proprie radici storiche, intrattenimento e cultura, presente e passato.

Per l’occasione saranno a disposizione dei visitatori due Info Point: uno ubicato nella Via Regina Margherita e l’altro in Via Montevecchio, per fornire ulteriori informazioni sui monumenti, le visite guidate, gli eventi ed i percorsi organizzati. Domenica sarà a disposizione un bus navetta per anziani e disabili. I ristoratori locali proporranno menù turistici.

Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria Organizzativa: Ufficio Cultura Comune di San Gavino Monreale Via Trento, 2 – tel. 070/93749204/205 cell. 3666262792 email: mon.apertisangavino@tiscali.it


Nella sezione eventi del nostro sito è possibile consultare il programma completo con la lista di tutti gli appuntamenti.

Altri articoli

Ultime News

Coldiretti, in Sardegna chiesto lo stato di calamità per gli incendi

Oltre l’11% del patrimonio forestale italiano risiede in Sardegna, una delle regioni più virtuose con Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e...

Candu esti cristioni de trassa

I nostri lettori ormai conoscono Baìngiu, arzillo "vecchietto" (così ci piace immaginarlo) che da tempo ci accompagna con i suoi "Contus e...

Ospedale, grave carenza di sangue di tutti i gruppi

La carenza estiva di sangue torna ad affliggere l'intera Regione: anche l'Ospedale di San Gavino Monreale deve fronteggiare momenti di difficoltà.

Nuovo Ospedale di San Gavino Monreale, Giorgio Carboni illustra i prossimi step

Il 7 agosto, come vi abbiamo annunciato, la INSO S.P.A. ha presentato il progetto esecutivo del nuovo Ospedale di San Gavino Monreale....

L’Estate Sangavinese 2020 prosegue tra teatro e intrattenimento per i bambini

L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con la Pro Loco di San Gavino Monreale, sta dando vita all'Estate Sangavinese 2020.